was successfully added to your cart.

Cinemart OFF – no borders

By settembre 10, 2019Cinema, Eventi

Cinema in MartesanaIn occasione della Milano Movie Week, La Scheggia East river presentano

CINEMART OFF – no borders
cinema all’aperto in Martesana

 19-20 settembre 2019
inizio proiezioni ore 21.00
c/o East River Via Jean Jaures 22 Milano M1 Turro

Due giorni di musica, cinema e attività all’aperto pensati come momento di cultura e aggregazione, un’occasione rivolta ai cittadini del quartiere e di tutta la città, per vivere e scoprire il parco che fiancheggia il Naviglio della Martesana, e valorizzarne i suoi spazi.

Questa edizione “off” di Cinemart è dedicata a due figure femminili di rilievo: Agnes Varda, regista scomparsa lo scorso marzo e M.I.A. cantante rap e writer britannica di origine tamil.

Entrambe si caratterizzano per essere due personaggi anticonformisti e dediti alla sperimentazione, due “outsiders” dell’arte. I film proposti ci raccontano nel primo caso un progetto sperimentale della regista con il famoso artista Jr, mentre nel secondo i momenti salienti e le vicende che hanno portato al successo M.I.A. mettendo in evidenza il suo vissuto.

Cinemart contribuisce a rivitalizzare e valorizzare un’area urbanisticamente e socialmente cruciale per la zona 2 di Milano, favorendo la conoscenza e l’incontro tra le molteplici culture che caratterizzano il quartiere.

PROGRAMMA

Giovedì 19 settembre (OMAGGIO A AGNES VARDA)
ore 18.30 Opening con dj set
ore 21.00 > proiezione film VISAGES VILLAGES(Francia/2017) di Agnès Varda e JR

Regia sceneggiatura:Agnès Varda, JR. Fotografia: Romain Le Bonniec, Claire Duguet, Nicolas Guicheteau, Valentin Vignet. Montaggio: Maxime Pozzi-Garcia. Musica: Matthieu Chedid. Ciné-Tamaris, JRSA, Rouge International, Arte France Cinéma, Arches Films. Durata: 93’

Ha ottantanove anni e fa film come se ne avesse ventinove. Agnès Varda, nello splendore dei suoi anni d’oro, è diventata una maga umanista. Qui fa squadra con JR, street photographer che deve la sua reputazione ai giganteschi graffiti urbani e potrebbe essere definito un equivalente gallico di Banksy. Lui è un hipster beffardo e sovranamente flemmatico di trentatré anni con l’immancabile cappellino e gli occhiali da sole, lei è una leggenda della nouvelle vague, caschetto di capelli bicolore e un volto che conserva la splendida gravità che l’ha sempre contraddistinta. Ma entrambi sono outsider dell’arte, interessati a esprimere visivamente la vita seguendo le proprie regole. Varda e JR, che collaborano alla regia, si mettono in viaggio con un unico liberatorio obiettivo: in ciascun luogo visitato JR creerà giganteschi ritratti in bianco e nero degli abitanti che andranno a ricoprire case, fienili, facciate di negozi, ogni superficie libera. Così facendo, doneranno grandezza a quelle persone. Non una grandezza da supereroi, ma una grandezza umana, da persone in carne e ossa quali sono. I due conoscono (e fotografano) operai, formaggiai, camionisti. È una ricognizione della Francia rurale, e le immagini che affiorano sono giocose, spettrali e belle e commoventi: Andy Warhol incrocia Walker Evans.

Venerdì 20 settembre
ore 18.30 > djset
ore 21.00 > proiezione M.I.A. LA CATTIVA RAGAZZA DELLA MUSICA
di Steve Loveridge

Affascinante, spavalda, travolgente. La pop star M.I.A. ha sempre avuto un solo desiderio: esprimersi. Nel film che ha stregato il Sundance e la Berlinale, Steve Loveridge racconta l’incredibile viaggio della piccola Maya, dall’infanzia nello Sri Lanka alla trasformazione nella popstar M.I.A. Ispirata dalle sue origini e dal suo originale percorso di vita, Maya ha dato vita a un’identità composita caratterizzata da mashup, taglia e incolla e commistioni che trae ispirazione da ogni tappa del viaggio personale: uno sketchbook sonoro che unisce punk, ritmi hip-hop e la voce della gioventù multiculturale.

Senza mai cedere ai compromessi, Maya punta la sua cinepresa e riprende le numerose battaglie intraprese contro l’industria musicale e i mass media, mentre il suo successo cresce a dismisura e la incorona come l’artista più anticonvenzionale e provocatoria del panorama artistico musicale odierno. Fra politica tamil, immigrazione, ingiurie e giacche fluo, è l’artista stessa a dipingere la sua favola con colori sgargianti, restando coerente con le sue tante contraddizioni. E sussurrando, con sguardo accattivante: “Live fast, die young… bad girls do it well!”

QUANDO
19 –20 SETTEMBRE 2019

DOVE
Via Jean Jaures 22 – M1 Turro – Martesana (MILANO)

ingresso 5 € proiezione singola – 8 € 2 film

PROGRAMMA E INFORMAZIONI

http://cinemart.org
http://www.eastriver-martesana.it
info@lascheggia.org
tel 339 2415695

Cinemart è organizzato da La scheggia– associazione culturale attiva a Milano da 11 anni nell’ideazione di rassegne cinematografiche ed eventi culturali legati al cinema e alla musica con attenzione all’impatto sociale e territoriale – e da East River nuovo spazio polifunzionale sulla Martesana.

Leave a Reply